Giro d’italia: le ultime su Armstrong,Basso,Noè ,cunego,Simoni e gli altri protagonisti

Manca poco al Giro d’Italia del Centenario – partenza 9 maggio da Lido di Venezia con una crono a squadre.

Ecco il borsino della corsa:

Lance Armstrong: il plurivincitore del Tour de France prosegue il suo recupero con l’allenamento in altura. Guarda il video post su Twitter di Lance. Intanto curiosa iniziativa in Spagna: una vecchia bicicletta bianca e azzurra con tanto di parafango, con la ruota posteriore piantata nel cemento ed un sellino arrugginito rappresenta  “La clavicola di Armstrong”, così recita la targhetta alla base, un buffo monumento spuntato nella cittadina spagnola di Antiguedad (Palencia), nel luogo esatto in cui il ciclista texano è caduto un mese fa nel corso dell’ultimo Giro di Castilla y Leon.

Ivan Basso il varesino è tornato alla vittoria dopo la squalifica (Guarda Video Il giro del Trentino) ed è considerato dai bookies il grande favorito della corsa rosa. Ha una gran voglia di rivincita. A vederlo si sta tenendo, potrebbe già fare di più. Preparazione ritardata per una botta derivante da una caduta in primavera.

Damiano Cunego: gli manca a mio parere qualcosa sia in salita che a cronometro; inoltre preparando Amstel, Freccia e Liegi ha distolto dal reale obiettivo. Secondo me dovrebbe fare delle scelte nitide. Outsider.

Gilberto Simoni: al trentino ha perso qualcosa in salita ma lotterà come al solito. Peccato che il giro parta subito in salita; lui carbura nella terza settimana.

Danilo di Luca: meglio di Cunego e Simoni ma un gradino sotto Basso.

Stefano Garzelli: meglio puntare a un paio di tappe che a un sesto posto; speriamo lo capisca. Utile alleato in gruppo visto che non ha squadra.

Andrea Noè: a 40 anni dopo sedici anni da pro e 15 giri d’italia la Liquigas di Basso e Pellizzotti non lo convoca per scelta tecnica e su Facebook sta nascendo una simpatica e guidata forse ribellione. Per infortunio manca anche Bennati (chi fermerà la furia Cavendish della Sanremo?) e la squadra è focalizzata su Ivan

 

Lascia un Commento