Giuseppe Marotta: molto calciomercato, poca spiaggia e gran lavoro. La Juve è lui.

giuseppe-marotta.jpgGiuseppe Marotta e la Juve: nessuno ne parla, qualche forum lo accenna ma molti in questi giorni si stanno convincendo che il miglior acquisto di calciomercato della Juventus sia proprio lui, questo Varesino (o Varesotto) dallo strabismo di venere accentuato classe 1957 che il  19 maggio 2010 assunse la carica di Direttore Generale Area Sport della Juventus.

Detto che si può vincere o perdere nessuno o quasi potrà rimproverare a Marotta di non essersi dato da fare; è lui l’uomo a cui gli Agnelli affidano le mani di questa “povera” juventus da rifondare. Gli indizi che lo rendono stakanovista sono diversi:

 

  1. il colorito bianchiccio con cui si presenta alle interviste, non ultimo al trofeo Berlusconi. Non significa nulla ma forse un po vorrà dire quando vedi pletore di calciatori, allenatori e dirigenti/presidenti di ritorno dalle vacanze estive. Significa che Marotta da maggio è l’uomo con la valigia pronto a piazzare il campionario (le uscite dalla Juve come Poulsen, Tiago, Camoranesi, Giovinco…) e ad acquistare rinforzi stando attento alla moneta. Un cane da tartufi in tempi in cui cominciano ad apparire i primi porcini in campagna.
  2. le parole sempre misurate: parla solo quando deve e le sue affermazioni sono tutte rivolte a tenere basso il valore di acquisti insospettabili oppure ad intavolare trattative in uscita; un calciomercato vecchio stile dove ancora esistevano gli intrighi e gli inciuci (vedi Aquilani preso al volo oppure, notizia di oggi, il pressing su Demichelis appena saputo degli screzi del giocatore con il Bayern Monaco e Van Gaal ). Krasic lo ha preso quando diceva lui e al prezzo che voleva lui; fosse per il tifoso sarebbe stato già a Torino con 5 milioni in meno in cassa; lui ha aspettato che finisse la sbornia da asta e che al giocatore non rimanesse scelta tra Torino  e Mosca. Ricordiamo che questo in due anni a portato gratis alla Sampdoria Cassano e Pazzini…parliamone!
  3. l’approccio giovane della rosa dato assieme a Del Neri con cui si completa : Pepe, Martinez, Motta, Krasic, Aquilani, Lanzafame, Storari, Bonucci forse non saranno fenomeni ma sono in gran parte giovani e italiani.

Si dice non sia ancora finita, visto che c’è in ballo ancora quanche acquisto (Bocchetti ) e cessione di lusso (Zebina, Trezeguet, Iaquinta…). I tifosi,comunque vada stanno notando la differenza di pasta con l’evanescente Alessio Secco . Giuseppe Marotta, l’uomo con la valigià ha ancora una settimana di viaggio e i tifosi della Juve sperano che la valigia sia quella dei sogni.

Ecco la video intervista a Taveri di Mediaset prima del Trofeo Berlusconi

 

Giuseppe Marotta: molto calciomercato, poca spiaggia e gran lavoro. La Juve è lui.ultima modifica: 2010-08-24T11:26:00+00:00da prev78
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Giuseppe Marotta: molto calciomercato, poca spiaggia e gran lavoro. La Juve è lui.

  1. sig marotta ho saputo che giampaolo pazzini resta alla samdoria fino al 2016 ha detto:no alla juve,quindi io cederei grygera al chievo per 20 milioni più bonus di 11,60 milioni in cambio la juve prende pellissier i tifosi hanno detto noi lo vogliamo,sig marotta lo faccia.

Lascia un commento