Tania Cagnotto: un tuffo nell’oro..versione sexy

Tania show titola la Gazzetta. Quando gli antichi dicevano “nemo profeta in patria”, ovviamente non pensavano a Tania Cagnotto ed agli Europei di tuffi svoltisi fino a ieri a Torino. La Bolzanina Torinese figlia di Giorgio non finisce mai di sorprendere e si appresta a fare uno scherzetto alle cinesi ai Mondiali di Roma che si terranno ad Agosto.

Nell’ordine:

Oro nel doppio sincro da 3 metri con Simona Dellapè

Oro nel singolo da 1 metro

Oro nel singolo da 3 metri

Qui la vediamo come modella e sotto in uno splendido tuffo con vista Barcellona

Tania Cagnotto: un tuffo nell’oro..versione sexyultima modifica: 2009-04-06T10:29:00+02:00da prev78
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Tania Cagnotto: un tuffo nell’oro..versione sexy

  1. GLI ACCOVACCIAMENTI DI TANIA CAGNOTTO E VALENTINA MAROCCHI
    di V.S.Gaudio

    Tania Cagnotto,come ogni tuffatrice, ha una grande forza muscolare e una notevole flessibilità.
    Nel circuito locomotorio, ognuno di noi la vede spesso semiaccovacciarsi, in un movimento in cui davanti a una seggiola piega le ginocchia e abbassa i glutei fino a toccare il sedile della sedia alzando le braccia davanti per l’equilibrio.
    Che gli accovacciamenti si possano eseguire con un peso tenuto sulle spalle, dietro al collo,chinandosi leggermente in avanti per mantenere l’equilibrio,per la flessibilità del vostro fantasma si può immaginare quale possa essere l’esercizio base.
    La variante è il salto del canguro, o il passo della tigre, se il mappamondo gira, in cui, nel fotogramma immobilizzato,è ferma con la testa e il tronco che ottunde l’angolo con le gambe:così, nell’allenamento, lei fa salire la frequenza di pulsazioni sino al 90% del suo massimo,al poeta che la guarda nel fotogramma immobile è un’altra frequenza che sale al suo massimo.
    Tania Cagnotto è una normolinea mesomorfa(160 cm. x 54 kg.)con un indice costituzionale un po’ più alto di 53,perciò, dando il podice a 85, sarebbe 53.12, a 86 sarebbe 53.75 e, quindi, avremmo un indice del pondus pari a(: 160-[85+54=]140=) 20, cioè il primo grado di “Alto”(valore decrescente 20-12).
    Valentina Marocchi, invece, è, sì, una normolinea mesomorfa(166cm. x 60 kg.) ma ha l’indice costituzionale più vicino a 56(che è il limite massimo della normolinea mesomorfa), tanto che l’indice del pondus,perciò, sarà più vicino a 12(che è il limite massimo de valore “Alto”): I.C.= podice 92 x 100 = 9200 . 166 = 55.42 ; Indice del pondus= 166- (92+60=)152= 14.
    Naturalmente con questa variate morfologica,il disporsi al tuffo viene immobilizzato in modo diverso. Anche nel circuito di flessibilità,l’”estensione di tutto il corpo”, in cui si segna una X vera o immaginaria sul pavimento per toccarla con tutte e due le mani, con i calcagni piatti sul pavimento e le ginocchia leggermente flesse.

Lascia un commento