Doping a prescindere: Quando la Prestazione equivale al Test ?

doping_free_m.jpgQuando il controllo antidoping lo fanno i risultati e le prestazioni ; quella differenza sottile che passa tra limiti delle fisiologia umana e la chimica che fino ad oggi erano misurati da test più o meno scientifici trovano oggi un nuovo misuratore che equivale a sentenza e test pur non avendo alcuna valenza evidente.


Ieri Froome , prima ancora che arrivasse al tragurado era a cavallo mediatico di quella linea di confine tracciata prima. Un linea che viene inspessita dai numeri, pimo fra tutti il record di percorrenza del Mont Ventoux la cui classifica recita:

  • 1o Marco Pantani nel 1994 in 46″00
  • 2o Froome in 47″40 ieri
  • 3o Armstrong nel 2002 in 48″33
  • 4o Shleck/Contador in 48″57 nel 2009
  • 5O Pantani / Arsmstrong 48″59 nel 2002

La regola associativa che vige in alcune operazioni matematiche ci dice che tutti hanno avuto a che fare con il doping. Come fa uno senza favrvi ricorso a stare dalle quelle parti senza aiutino? Semplice, non ci sta; ed invece lo scenario ed i risultati parlano chiaro.

Vento a favore, tappa piatta con solo l’erta della provenza? Materiali più sofisticati?
Tante variabili ma tutte da “naturalizzare” nel numero prestativo; numero prestativo stagionale sui 100 piani che fino a ieri era di Tyson Gay grazie al 9,79 ottenuto “fidandosi delle persone sbagliate”. Una cultura del sospetto certamente non bella ma che trenta anni fa ha prodotto sospetti su record del mondo dell’atletica femminile che sono ancora la, a dimostrare che il sospetto aveva ragion d’essere.

Purtroppo i numeri nello sport spaziano spesso tra due materie scolastiche : l’epica e chimica; una che si studiava nelle ore di italiano e l’altra che fa parte delle scienze. La differenza tra le due è evidente. Poi ci ritroviamo malauguratamente a vedere che si eccelle nella prima e dopo un po di tempo nella seconda.

Doping a prescindere: Quando la Prestazione equivale al Test ?ultima modifica: 2013-07-15T14:38:19+00:00da prev78
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento